logo
English (United Kingdom)Italian - Italy


Articolo su "La Sicilia" di ieri PDF Stampa E-mail
Notizie - Avvisi
Scritto da Salvatore Costa   

E' uscito ieri sulla pagina cultura del quotidiano La Sicilia un articolo in merito alla Giant Pairing Vibration trovata dal gruppo guidato da Francesco Cappuzzello.

L' articolo sulla Sicilia si riferisce ad una recente pubblicazione su Nature Communication di un lavoro dal titolo "Signatures of the Giant Pairing Vibration in the 14C and 15C atomic nuclei" da parte del gruppo  di ricerca del nostro collega Francesco Cappuzzello (Cappuzzello et al Nat. Comm  6 (2015) 7743. Il lavoro è stato anche oggetto di una News and Views apparsa su Nature Physics (J. Piekarewicz Nat. Phys. 11 (2015) 303).

In tale studio si danno le segnature della esistenza della risonanza gigante di pairing, che era stata prevista negli anni settanta e che, malgrado molti tentativi, non era stata mai provata sperimentalmente. La risonanza di pairing è un particolare moto collettivo dei nuclei, caratterizzato da vibrazioni armoniche in cui il numero di nucleoni cambia di due unità alla volta, ed è una conseguenza diretta dell’esistenza di un campo medio in un sistema di fermioni interagenti. L’ipotesi è la stessa che porta alle risonanze giganti, ovvero alle vibrazioni giganti che i nuclei manifestano nello spazio ordinario, sotto l’azione di una probe esterna, come ad esempio un fotone. La teoria inoltre mostra che le risonanze giganti e le risonanze giganti di pairing sono legate dalla sola simmetria fra orbitali sopra il livello di Fermi (particle) e quelli sotto il livello di Fermi (hole). A partire dal 1947 (ovvero dalla scoperta della Giant Dipole Resonance GDR in esperimenti di foto-assorbimento) gli esperimenti hanno però dato conferma della sola esistenza delle risonanze giganti, trovate praticamente in tutti i nuclei e con diverse multipolarità (monopolo, dipolo, quadrupolo etc.). La mancata osservazione della risonanza gigante di pairing poneva quindi un severo problema alla validità della simmetria quantistica fra stati di tipo particle e stati di tipo hole. La ricerca di tale risonanza gigante assume pertanto un significato scientifico più generale del contesto di fisica nucleare da cui scaturisce rimuovendo un’importante criticità sulle simmetrie della natura a livello microscopico.

Il lavoro è particolarmente interessante per la nostra comunità in quanto proposto da colleghi afferenti al nostro Dipartimento e realizzato a Catania presso i Laboratori Nazionali del Sud con il coinvolgimento della Sezione di Catania dell’INFN oltre che di altre istituzioni nazionali ed internazionali. Esso pertanto rappresenta un prodotto prettamente “locale” che conferma, se ce ne fosse bisogno, la validità e rilevanza della nostra comunità di fisici.

 

Leggilo!

 

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Maggio 2015 16:24
 

cinap

Segui UniCT su

 

mail_zimbra

banner_didattica

Copyright © 2009 Dipartimento di Fisica e Astronomia.Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Web Editor: Salvatore Costa Webmaster: Rita Ricceri

Si consiglia ie8_logo o Mozilla Firefoxfirefox-logo_small