Master Radiazioni 2013

MOTIVAZIONI SCIENTIFICHE

Lo sviluppo di nuove tecnologie sia nel campo delle telecomunicazioni sia nel campo della radiochimica, della medicina nucleare e dell’irraggiamento per scopi industriali ha, negli ultimi decenni, contribuito all’aumento del livello naturale di radiazioni ionizzanti e non ionizzanti sul territorio e negli ambienti di lavoro.

Di conseguenza è cresciuta l’attenzione della popolazione e dei legislatori verso ciò che più comunemente viene indicato come “inquinamento elettromagnetico e/o radioattivo”.

L’aumento di forme di inquinamento del territorio da parte delle radiazioni non ionizzanti e la crescente sensibilità verso la protezione dei lavoratori negli ambienti di lavoro ha condotto all’individuazione di una specifica normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (Legge quadro 36/01 e DLGS 81/08 e successive modifiche).

Parallelamente è cresciuta, grazie anche ad una maggiore e più completa informazione, l’attenzione della popolazione verso quei fenomeni fisici che già contribuiscono al livello naturale di radiazioni ionizzanti e che per troppo tempo sono stati sottovalutati, e per i quali, invece, è possibile adottare specifici interventi per ridurre i rischi da esposizione. Basti pensare al problema dell’inquinamento da Radon che risulta essere al secondo posto come causa di incidenza di cancro polmonare, dopo il fumo di sigaretta. (vedi Piano Nazionale Radon).

Di conseguenza, è nata l’esigenza di affiancare alle classiche figure esistenti nel campo della radioprotezione nuove figure professionali per il monitoraggio ambientale di tutti quei siti nei quali il lavoratore e la popolazione in genere possono essere soggetta a rischi da “inquinamento elettromagnetico e/o radioattivo”, sia naturale che dovuto ad applicazioni tecnologiche (elettrodotti, telecomunicazioni, medicina, ecc.).

L’agenzia ARPA Sicilia, preposta alla protezione dell’ambiente, i responsabili di Enti pubblici e privati, quali Università, Ospedali, ASL, i datori di lavoro sia di attività industriali che commerciali e di servizi, hanno la responsabilità della valutazione dell’esposizione umana alle radiazioni ionizzanti e non ionizzanti nel territorio e negli ambienti di lavoro. Necessitano pertanto di figure aventi le nuove competenze professionali che vengono fornite agli allievi del master.

Alla luce di quanto detto, per una corretta gestione del rischio ambientale, appare essenziale la presenza di uno specialista in grado di effettuare il monitoraggio e l’analisi del rischio ambientale, di eventuali bonifiche e di valutare la sicurezza e l’analisi dei rischi negli ambienti di lavoro.

 

 

 

OBIETTIVI GENERALI E PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI

Il master si pone l’obiettivo di formare esperti in “Analisi e monitoraggio delle radiazioni ionizzanti e non ionizzanti nell’ambito della gestione del rischio ambientale”, fornendo loro le competenze necessarie per una corretta valutazione dei rischi ambientali e negli ambienti di lavoro connessi alle radiazioni ionizzanti e non ionizzanti.

La novità della figura consiste nelle competenze che essa avrà e che includono specificità non ancora disponibili sul mercato del lavoro. Infatti manca sul mercato del lavoro in Sicilia uno specialista in grado di effettuare valutazioni dell’esposizione umana alle radiazioni non ionizzanti, sia nel territorio che negli ambienti di lavoro, anche per il fatto che la normativa in materia (Legge quadro 36/01 e DLGS 81/08) è abbastanza recente. Lo stesso discorso vale per uno specialista che effettui valutazione della esposizione umana alle radiazioni ionizzanti ambientali (PNR 2002).

La figura formata avrà inoltre competenze che sono spendibili nel campo della radioprotezione classica, arricchite delle nuove conoscenze che negli ultimi anni si sono sviluppate in materia di inquinamento da radiazioni ionizzanti.

Il corso comprende una parte dedicata al trasferimento delle conoscenze di base, propedeutiche all’acquisizione degli argomenti professionalizzanti. In tale parte, oltre agli ovvi contenuti di natura fisica sono pure presenti argomenti di biologia e biofisica sull’interazione tra le radiazioni e i sistemi biologici. Seguono quindi gli argomenti relativi alle tecnologie sviluppate nell’ambito delle radiazioni ionizzanti e non, ai rischi ambientali di varia natura, alle normative vigenti in materia di protezione dall’esposizione alle radiazioni ed alla strumentazione utilizzata per la misura delle radiazioni. Una buona parte è dedicata alle misure in Laboratorio ed in campo. Alcune lezioni sugli argomenti professionalizzanti saranno tenute in lingua inglese.

Leggi tutto: Obiettivi generali

DESTINATARI DEL PROCESSO FORMATIVO E SELEZIONE DEI CANDIDATI

Il Master è aperto a n. 20 giovani laureati. Il corso si potrà attivare con un minimo di n. 15 iscritti, senza i quali il corso non può essere attivato.

La partecipazione ai master è gratuita.

Titoli di ammissibilità:
Laurea ordinamento precedente al D.M. 509/99 o specialistica D.M. 509/99 o magistrale D.M. 270/04 in Fisica, Scienze Geologiche, Scienze Geofisiche, Chimica, Chimica Industriale, Scienze Ambientali, Scienze Biologiche, Biologia Sanitaria, Biologia Cellulare e Molecolare, Biodiversità e qualità dell’ambiente o in Ingegneria, rilasciata da Università italiane o straniere; 
Residenza nella Regione Siciliana da almeno sei mesi precedenti alla data di pubblicazione del presente bando;
Possesso della cittadinanza italiana o anche di altri paesi europei o non europei in possesso però in questo ultimo caso di regolare permesso di soggiorno.

L’ammissione al corso è subordinata al superamento della selezione effettuata dal Comitato di gestione o da Docenti da esso indicati.

La valutazione dei Candidati ammessi alla selezione avverrà sulla base di:

  • Valutazione del curriculum vitae et studiorum e degli eventuali altri titoli presentati dai Candidati e coerenza del profilo di ingresso con le caratteristiche della figura professionale in uscita;
  • Un colloquio attitudinale e motivazionale volto anche a cogliere le attitudini al lavoro di gruppo, al “problem finding” e “problem solving”, alle relazioni interpersonali/comunicazione e a svolgere attività aziendale e volto a verificare la conoscenza della lingua straniera e dei sistemi informatici.

Le prove di selezione si terranno presso la sede del Dipartimento di Fisica e Astronomia via S. Sofia 64 - 95125 Catania.

STRUTTURA DEL MASTER

Il corso ha una durata di 12 mesi e attribuisce 60 crediti formativi pari a 1500 ore suddivise come segue:

  • 800 ore di formazione assistita di cui 400 di lezioni frontali, 300 ore di stage/tirocinio per la formazione extra aula, 50 ore di project work, 50 ore di verifiche degli apprendimenti;
  • 700 ore di studio individuale.

Le lezioni, suddivise in 8 moduli, saranno tenute da Docenti universitari, Professionisti ed Esperti di settore.

Le lezioni frontali si terranno di norma nei giorni di mercoledì, giovedì, venerdì dalle 14:00 alle 20:00 e sabato dalle 8:00 alle 14:00.

Lo stage formativo ha lo scopo di conferire adeguate capacità operativo-gestionali ai partecipanti, che saranno chiamati ad applicare le conoscenze e le abilità acquisite nella fase d’aula.

Le strutture presso le quali potrà essere effettuato sono: L.N.S. - I.N.F.N. Laboratori Nazionali del Sud Catania, A.R.P.A. Sicilia, Azienda Sanitaria Provinciale Catania, A.O.U. Policlinico Vittorio Emanuele Catania, A.R.N.A.S. Garibaldi Catania, Area della Prevenzione e della Sicurezza Università degli Studi di Catania, M.P.B. srl - Roma.